San Gerardo Maiella
 
 
A+ A A-
29
martedì
novembre
s. saturnino martire

Nei suoi giorni fioriranno giustizia e pace.

Gesù vuole che ringraziamo il Padre per l’Eucaristia: a lui la gloria e la lode, il ringraziamento. Così facendo non togliamo nulla a Gesù, poiché egli altro non è se non Figlio, non percepisce se stesso che come puro dono del Padre. E include noi nella sua azione di grazie.

Papa Francesco

30
mercoledì
novembre
s. andrea apostolo

Per tutta la terra si diffonde l’annuncio del Signore.

Eccoci nel tempo di Avvento. Facciamo nostri i sentimenti della Chiesa. La migliore forma di pietà è quella in sintonia con lo spirito del tempo liturgico della Chiesa, perché ogni festa ha la sua grazia. Il culto liturgico ha come scopo di onorare il Signore nei suoi misteri.

San Pier Giuliano Eymard

1
giovedì
dicembre
b. carlo de Foucauld

Benedetto colui che viene nel nome del Signore.

L’Eucaristia attua nel mondo il Regno non per la forza dell’uomo, ma in virtù dell’agire dello Spirito del Risorto. Mettere l’Eucaristia al centro vuol dire riconoscere questa forza plasmatrice, disporsi a lasciarla operare in noi come singoli e anche come comunità cristiana.

Cardinal Carlo Maria Martini

2
venerdì
dicembre
s. bibiana martire

Il Signore è mia luce e mia salvezza.

È cosa straordinaria essere avvolto in fasce, giacere in una mangiatoia? Non si avvolgono in fasce anche gli altri bambini? Molte cose ci sarebbero da dire su questo mistero; ma in breve Betlemme, «casa del pane», è la Chiesa, in cui si dispensa il Corpo di Cristo, vero pane.

Aelredo di Rievaulx

3
sabato
dicembre
s. francesco Saverio sacerdote

Beati coloro che aspettano il Signore.

Maria, come ha donato Gesù a Natale, così dona Gesù eucaristico nella Chiesa. Maria, madre del corpo di Cristo, è anche madre dell’Eucaristia, e, come la Chiesa, dona ai cristiani il Cristo eucaristico per il loro nutrimento spirituale.

Cardinal Angelo Amato

4
domenica
dicembre
s. giovanni Damasceno sacerdote e dottore della Chiesa

Vieni, Signore, re di giustizia e di pace.

O Padre, che hai fatto germogliare sulla terra il Salvatore e su di lui hai posto il tuo Spirito, suscita in noi gli stessi sentimenti di Cristo, perché portiamo i frutti di giustizia, mitezza e di pace che l’Incarnazione del tuo Verbo ha fatto germogliare.

Preghiera sul Vangelo

5
lunedì
dicembre
s. saba abate

Ecco il nostro Dio, egli viene a salvarci.

Gesù, tu vuoi salvare il mondo con l’Amore. Proprio per questo sei venuto: per donarti a noi, per darci una vita non più intaccata dal peccato, non più aggredita dalla morte, ma pienamente viva in te, una vita nutrita d’amore, del vero pane disceso dal cielo.

Anna Maria Cànopi

6
martedì
dicembre
s. Nicola vescovo

Ecco, il nostro Dio viene con potenza.

Nell’Eucaristia si comunica l’amore del Signore per noi: un amore così grande che ci nutre con se stesso; un amore gratuito, sempre a disposizione di ogni persona bisognosa di rigenerare le proprie forze. Vivere l’esperienza della fede significa lasciarsi nutrire dal Signore.

Papa Francesco

7
mercoledì
dicembre
s. Ambrogio vescovo e dottore della Chiesa

Benedici il Signore, anima mia.

Nel grembo di Maria, il Signore non era inattivo, impotente per ciò che riguarda il pensare e l’amare. Già là viveva tutte le virtù che avrebbe praticato più tardi. C’era uno scambio di vita e di amore: il Signore donava la sua vita alla Vergine, e la Vergine gli donava la sua.

San Pier Giuliano Eymard

8
giovedì
dicembre
Immacolata Concezione della B.V. Maria

Cantate al Signore un canto nuovo, perché ha compiuto meraviglie.

Signore Gesù, con i nostri doni accetta anche il nostro impegno di fedeltà perché, liberi come la Vergine Maria dai condizionamenti della nostra vita e del nostro tempo, sappiamo essere sempre fiduciosi, pronti ad accogliere la lieta sorpresa della tua Parola.

Preghiera sul Vangelo

9
venerdì
dicembre
S. Siro vescovo

Chi ti segue, Signore, avrà la luce della vita.

Non abbiamo nessun segno così grande ed evidente della natività di Cristo come il Corpo che mangiamo e il Sangue che beviamo ogni giorno accostandoci all’altare: ogni giorno vediamo immolarsi colui che una sola volta nacque per noi dalla Vergine Maria.

Aelredo di Rievaulx

10
sabato
dicembre
b.v. maria di Loreto

Fa’ splendere il tuo volto, Signore, e noi saremo salvi.

La celebrazione dell’Eucaristia è memoriale di eventi passati ma anche di eventi futuri. Quello che vorrei ricordare con forza è che nella Preghiera eucaristica si celebra il memoriale di un evento che non si è ancora realizzato nel tempo: la venuta di Cristo nella gloria.

Goffredo Boselli

11
domenica
dicembre
s. damaso I papa

Vieni, Signore, a salvarci.

Dio della gioia, che fai fiorire il deserto, sostieni con la forza creatrice del tuo amore il nostro cammino sulla via santa preparata dai profeti, perché, perserverando nella pazienza e maturando nella fede, testimoniamo con la vita la carità di Cristo.

Preghiera sul Vangelo

12
lunedì
dicembre
B.V. Maria di Guadalupe

Fammi conoscere, Signore, le tue vie.

Davanti a un così semplice e fragile segno – l’ostia consacrata – scelto da Dio per farsi nutrimento spirituale e compagno di viaggio dell’umanità lungo i sentieri della storia, si smarrisce ogni orgogliosa indagine dell’intelligenza e si frantuma ogni ostinata durezza del cuore.

Anna Maria Cànopi

13
martedì
dicembre
s. lucia vergine e martire

Il povero grida e il Signore lo ascolta.

L’Ostia è la nostra manna, mediante la quale il Signore si dona. A lui ci rivolgiamo: Gesù, difendici dalle tentazioni del cibo mondano che ci rende schiavi, cibo avvelenato; purifica la nostra memoria, affinché sia memoria viva della tua presenza lungo la storia del tuo popolo.

Papa Francesco

14
mercoledì
dicembre
s. giovanni della Croce sacerdote e dottore della Chiesa

Stillate cieli dall’alto e le nubi facciano piovere il giusto.

Durante il tempo di Avvento la Chiesa riunisce tutte le profezie che parlano del Messia, la voce di tutti i sapienti e i santi dell’Antico Testamento che lo invocavano e lo desideravano, che intravvedevano la sua gloria, la sua maestà, il suo Regno, e lo glorificavano in anticipo.

San Pier Giuliano Eymard

15
giovedì
dicembre
s. valeriano vescovo

Ti esalterò, Signore, perché mi hai risollevato.

O Gesù, con il dono del tuo Spirito, fa’ che il nostro ritrovarci attorno a te, domenica dopo domenica, cresca sempre più come esperienza di ospitalità ricevuta e donata. Fa’ che le nostre assemblee eucaristiche siano casa di accoglienza ospitale per ognuno.

Monsignor Corrado Pizziolo

16
venerdì
dicembre
s. adelaide imperatrice

Ti lodino i popoli, o Dio, ti lodino i popoli tutti.

Come Gesù ci ha consegnato il suo Corpo e il suo Sangue? Con la sua umiltà. Se non fosse stato umile, non lo potremmo né mangiare né bere. Guarda la sua sublimità: in principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio ed era Dio.

Agostino d’Ippona

17
sabato
dicembre
s. viviana abbadessa

Venga il tuo regno di giustizia e di pace.

Tu, Maria, adori il Dio bambino che è venuto, che viene, che verrà; sei labbro dischiuso a sussurrare parole tenere d’adorazione al Figlio: sussurra anche a noi, poveri mortali, il soave segreto del tuo essere, sollevandoci dalle aride apparenze d’un mondo che non può salvare.

Teresa Girolami

18
domenica
dicembre
s. graziano vescovo

Ecco, viene il Signore, re della gloria.

O Dio, Padre buono, che hai rivelato la gratuità e la potenza del tuo amore nel silenzioso farsi carne del Verbo nel grembo purissimo di Maria, donaci di accoglierlo e generarlo nello spirito con fede nell’ascolto obbediente della tua Parola.

Preghiera sul Vangelo

19
lunedì
dicembre
s. anastasio I papa

Canterò senza fine la tua gloria, Signore.

La contemplazione eucaristica è tutt’altro che sterile e inoperosa. L’uomo riflette in sé ciò che contempla. Non si sta a lungo esposti al sole senza portarne le tracce sul viso. Stando a lungo e con fede davanti al Santissimo assimiliamo i pensieri e i sentimenti di Cristo.

Cardinal Raniero Cantalamessa

20
martedì
dicembre
s. liberale martire

Ecco, viene il Signore, re della gloria.

Il Signore si esprime al massimo solo nei gesti che può fare con le mani: benedire, guarire, accarezzare, distribuire, dare e stringere una mano, lavare i piedi, mostrare le ferite, lasciarsi ferire. Gesù vuol essere onnipotente spezzando il pane con le sue proprie mani.

Papa Francesco

21
mercoledì
dicembre
s. pietro Canisio sacerdote e dottore della Chiesa

Esultate, o giusti, nel Signore; cantate a lui un canto nuovo.

Lo scopo finale dell’Avvento è la nascita di nostro Signore. Dove? Nel mondo, nel farsi conoscere da tutti. Ora non è più la mangiatoia ma il corpo dell’uomo che diventa la sua dimora. Nell’Avvento ci prepariamo a farlo rivivere in noi. Gesù viene in noi come a Betlemme.

San Pier Giuliano Eymard

22
giovedì
dicembre
s. francesca Cabrini religiosa

Il mio cuore esulta nel Signore, mio Salvatore.

Nel Sacramento celebrato non ci troviamo semplicemente davanti a Dio, cioè al suo cospetto, ma siamo uniti a lui... La trascendenza e il senso della maestà di Dio non vengono meno, ma non c’è separazione e distanza.

Monsignor Pierantonio Tremolada

23
venerdì
dicembre
s. giovanni da Kety sacerdote

Leviamo il capo: è vicina la nostra salvezza.

La mangiatoia di Betlemme è l’altare in chiesa. Qui si nutrono le creature di Cristo. Le fasce sono il velo del sacramento. Sotto le specie del pane e del vino, c’è il Corpo e Sangue di Cristo. In questo sacramento crediamo che c’è Cristo vero, ma avvolto in fasce, ossia invisibile.

Aelredo di Rievaulx

24
sabato
dicembre
s. delfino vescovo

Canterò per sempre l’amore del Signore.

Come i pastori andando alla grotta trovarono il bambino adorato da Maria, così oggi tutti i fedeli cristiani, guidati dalla mano materna della Beata Vergine, possono ritrovare e adorare nelle mille Chiese del mondo Gesù eucaristico, il figlio benedetto e glorioso di Maria.

Cardinal Angelo Amato

25
domenica
dicembre
Natale del Signore

Tutta la terra ha veduto la salvezza del nostro Dio.

Signore, vogliamo che la nostra vita abbia un senso e un significato. Fa’ che ognuno di noi abbia la sua parte nella scoperta di questo scopo. La tua nascita ci aiuti a realizzare questo tuo progetto, affinché abbiamo a rendere sempre più credibile la nostra speranza in te.

Preghiera sul Vangelo

26
lunedì
dicembre
s. stefano primo martire

Alle tue mani, Signore, affido il mio spirito.

Accanto alla tua culla, Bambino Gesù, assieme ai pastori c’è Stefano, un giovane martire che con la sua morte anticipa la tua morte, con il suo perdono annuncia il tuo perdono. Stefano vide i cieli aperti e vi entrò, ti vide alla destra del Padre. Noi ti adoriamo sulla terra.

Monache Trappiste di Valserena

27
martedì
dicembre
s. giovanni apostolo ed evangelista

Gioite, giusti, nel Signore.

Gesù nasce a Betlemme, che significa “casa del pane”. Nasce come pane per noi; viene alla vita per darci la sua vita; viene nel nostro mondo per portarci il suo amore. C’è un filo diretto che collega la mangiatoia e la croce, dove Gesù sarà pane spezzato.

Papa Francesco

28
mercoledì
dicembre
ss. Innocenti martiri

A te grida, Signore, il dolore innocente.

Venite alla mangiatoia, voi tutti che soffrite. Se il vostro Dio sceglie la sofferenza è perché vuole farci apprendere che solo attraverso di essa meritiamo il cielo. Venite alla grotta, grandi e potenti della terra. Colui che ha invitato i poveri, chiama anche i ricchi.

San Pier Giuliano Eymard

29
giovedì
dicembre
s. tommaso Becket vescovo e martire

Gloria nei cieli e gioia sulla terra.

“Eucaristia” ci parla di qualcosa che noi restituiamo a Dio dopo averlo ricevuto come dono. Che cosa abbiamo ricevuto da Dio? La vita, la fede, gli incontri di ogni giorno; le scoperte, le fatiche… Tutto ciò a cui possiamo pensare quando parliamo di vita e di esistenza.

Monsignor Massimo Camisasca

30
venerdì
dicembre
s. Eugenio vescovo

Lode a te, Signore, re di eterna gloria.

Il Signore dal cielo è sceso come la luce, da Maria è nato come un germe divino... Tu sei l’offerta del Cielo e della Terra, ora immolato e ora adorato. Sei disceso in terra per essere vittima, sei salito come offerta unica, sei salito portando il tuo sacrificio, o Signore.

Efrem il Siro

31
sabato
dicembre
s. silvestro I papa

Tutti i confini della terra hanno visto la salvezza di Dio.

Ti adoro, o mio Salvatore, qui presente quale Dio e quale uomo, in anima e in corpo, in vera carne e vero sangue. Io riconosco e confesso di essere inginocchiato innanzi a quella sacra umanità, che fu concepita nel seno di Maria, e riposò in grembo a Maria.

San John Henry Newman

calendario san gerardo
 
 

San Gerardo Maiella e il suo paese nativo Muro Lucano

Muro Lucano è il paese in cui San Gerardo Maiella nacque il 6 aprile del 1726 e trascorse buona parte della sua vita. Può essere perciò definito "Culla di San Gerardo Maiella".
Trattasi di un paese immerso nel verde della Basilicata nord-occidentale, regione situata ai confini con la Puglia, la Campania e la Calabria. Questo meraviglioso borgo lucano, caratterizzato da scorci incantevoli e casette pittoresche posizionate in una successione scenografica incredibilmente suggestiva, rappresenta un crocevia importante, nonché una tappa obbligata per tutti coloro che sono alla ricerca di un turismo ecosostenibile, religioso ed enogastronomico. Sorge su uno sperone di roccia ad un’altitudine di circa 600 metri ed è annoverato tra i 100 paesi più belli d’Italia, oltre che per la sua affascinante conformazione che richiama le sembianze di un presepe nel quale le case sono arroccate l’una sull’altra, anche per la sua ricchezza storico-culturale. Il centro storico è coronato da un imponente castello nel quale ha vissuto, parte della sua vita, la Regina Giovanna I D’Angiò. A pochi passi è situata una maestosa statua dedicata a San Gerardo Maiella, che trovandosi in uno dei punti più alti del paese, è stata eretta a protezione del medesimo.

San Gerardo Maiella, Patrono della Lucania

San Gerardo Maiella, nato a Muro Lucano, è anche Patrono del suo paese; e, oltre ad essere Patrono di Muro Lucano, è anche Patrono della Basilicata, nonché, Santo Protettore delle mamme, delle gestanti e dei bambini. È invocato come tale per via di un importante miracolo avvenuto per sua opera, il miracolo del fazzoletto. Inoltre, l’amabilissimo Santo, durante la sua vita si preoccupò continuamente dei bambini, rivolgendo a questi e alle loro mamme il suo amorevole sguardo e il suo continuo sorriso; ad essi, infatti, andarono le sue grazie ed i suoi miracoli.

I luoghi di San Gerardo Maiella a Muro Lucano

A Muro Lucano, dunque, si trovano moltissimi punti di riferimento della vita del Santo.
La casa di San Gerardo Maiella è situata nell’antico e bellissimo Borgo Pianello, che è uno dei punti più storici del paese di Muro Lucano. Inoltre, San Gerardo Maiella ha trascorso la sua infanzia, frequentando e lasciando un segno in molti luoghi di Muro Lucano; basti pensare che a pochi passi dalla sua casa al Borgo Pianello è situata anche la bottega in cui il Santo faceva il mestiere di sarto, mestiere che faceva anche il suo papà. In questo paese il Santo visse i primi anni di allegra fanciullezza, lasciandosi muovere totalmente dalla grazia di Dio, verso i principali luoghi di culto di Muro Lucano.
In altre zone del paese sono, infatti, situate le chiese da lui frequentate sin da tenera età, in alcune delle quali ha ricevuto i sacramenti del Battesimo, della Comunione e della Cresima, nonché sono accaduti avvenimenti prodigiosi ad opera del Santo.
Tali luoghi, in cui ancora oggi è vivo il ricordo di San Gerardo Maiella, sono visitabili da chiunque ne abbia il desiderio, anche se, purtroppo, sono oggi ancora poco conosciuti da fedeli e turisti di tutta Italia e del mondo. Infatti, molti fedeli, oltre a non essere a conoscenza di quale sia il paese nativo di San Gerardo Maiella, Muro Lucano, non hanno neanche consapevolezza della possibilità di visitare, in questo bellissimo paese, la sua casa nativa e molti dei luoghi in cui sono avvenuti eventi prodigiosi della sua vita, come apparizioni e miracoli.

Questo sito internet, le pagine di Facebook e di Instagram dedicate a "San Gerardo Maiella" sono stati realizzati senza scopo di lucro, al solo fine raccontare la meravigliosa storia del Santo e di far conoscere ai suoi fedeli le straordinarie bellezze dei luoghi in cui egli è nato e ha trascorso buona parte della sua vita.


storia san gerardo

Muro Lucano San GerardoLA vita di San Gerardo Majella, nato a Muro Lucano. Santo del popolo

Cancellazione dati iscrizione

Inserisci il numero di cellulare e\o la mail con cui ti sei registrato e clicca sul tasto in basso

CHIUDI
CONTINUA

INFORMATIVA PRIVACY

Lo scopo della presente Informativa Privacy è di informare gli Utenti sui Dati Personali, intesi come qualsiasi informazione che permette l’identificazione di una persona (di seguito Dati Personali), raccolti dal sito web www.sangerardomaiella.it (di seguito Sito).
La presente Informativa Privacy è resa in conformità alla vigente normativa in materia dei Dati Personali per gli Utenti che interagiscono con i servizi del presente Sito nel quadro del Regolamento Ue 2016/679.

Il Titolare del Trattamento, come successivamente identificato, potrà modificare o semplicemente aggiornare, in tutto o in parte, la presente Informativa; le modifiche e gli aggiornamenti saranno vincolanti non appena pubblicati sul Sito. L’Utente è pertanto invitato a leggere l’Informativa Privacy ad ogni accesso al Sito.

Nel caso di mancata accettazione delle modifiche apportate all’Informativa Privacy, l’Utente è tenuto a cessare l’utilizzo di questo Sito e può richiedere al Titolare del Trattamento di rimuovere i propri Dati Personali.

  1. Dati Personali raccolti dal Sito
    • Dati Personali forniti volontariamente dall’Utente

      L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del Sito predisposte per particolari servizi a richiesta.
      L’Utente è libero di fornire i Dati Personali per richiedere i servizi eventualmente offerti dal Titolare. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.

    • Dati Personali raccolti tramite cookie:

      Nel Sito viene fatto uso di cookie strettamente essenziali, ossia cookie tecnici, di navigazione, di performance e di funzionalità.
      I cookie sono informazioni inserite nel browser, fondamentali per il funzionamento del Sito; snelliscono l’analisi del traffico su web, segnalano quando un sito specifico viene visitato e consentono alle applicazioni web di inviare informazioni a singoli Utenti.
      Nessun dato personale degli Utenti viene in proposito acquisito dal Sito.
      Non viene fatto uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.
      L’uso dei cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’Utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione, necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del Sito.
      I cookie di sessione utilizzati in questo Sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli Utenti e non consentono l’acquisizione di Dati Personali identificativi dell’Utente.

  2. Finalità e Base giuridica del Trattamento

    I Dati Personali raccolti possono essere utilizzati per finalità di registrazione dell’Utente, ossia per consentire all’Utente di registrarsi al Sito così da essere identificato. Base giuridica di questo trattamento è il consenso liberamente espresso dall’Utente interessato.
    I Dati Personali forniti dagli Utenti che inoltrano richieste o intendono utilizzare servizi eventualmente offerti tramite il Sito, nonché ricevere ulteriori specifici contenuti, sono utilizzati al solo fine di dare riscontro alle richieste o eseguire il servizio o la prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario. Base giuridica di questi trattamenti è la necessità di dare riscontro alle richieste degli Utenti interessati o eseguire attività previste dagli eventuali accordi definiti con gli Utenti interessati.
    Con il consenso espresso dell’Utente i dati potranno essere usati per attività di comunicazione commerciale relativi ad offerte di eventuali servizi offerti dal Titolare. Base giuridica di questo trattamento è il consenso liberamente espresso dall’Utente interessato.
    Al di fuori di queste ipotesi, i dati di navigazione degli utenti vengono conservati per il tempo strettamente necessario alla gestione delle attività di trattamento nei limiti previsti dalla legge.
    È sempre possibile richiedere al Titolare di chiarire la base giuridica di ciascun trattamento all’indirizzo info@sangerardomaiella.it.

  3. Modalità di trattamento

    Il Trattamento dei Dati Personali viene effettuato mediante strumenti informatici e/o telematici, con modalità organizzative e con logiche strettamente correlate alle finalità indicate. Il Trattamento viene effettuato secondo modalità e con strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei Dati Personali.

    In alcuni casi potrebbero avere accesso ai Dati Personali anche soggetti coinvolti nell’organizzazione del Titolare (quali per esempio, amministratori di sistema, ecc.) ovvero soggetti esterni (come società informatiche, fornitori di servizi, hosting provider, ecc.). Detti soggetti all’occorrenza potranno essere nominati Responsabili del Trattamento da parte del Titolare, nonché accedere ai Dati Personali degli Utenti ogni qualvolta si renda necessario e saranno contrattualmente obbligati a mantenere riservati i Dati Personali.

  4. Luogo

    I Dati Personali sono trattati presso le sedi operative del Titolare ed in ogni altro luogo in cui le parti coinvolte nel trattamento siano localizzate. Per ulteriori informazioni, è sempre possibile contattare il Titolare al seguente indirizzo email info@sangerardomaiella.it oppure al seguente indirizzo postale Via Trinità 41, 85054 Muro Lucano (PZ).

  5. Diritti dell'Utente

    Gli Utenti possono esercitare determinati diritti con riferimento ai Dati Personali trattati dal Titolare. In particolare, l’Utente ha il diritto di:

    • revocare il consenso in ogni momento;
    • opporsi al trattamento dei propri Dati Personali;
    • accedere ai propri Dati Personali e alle informazioni relative alle finalità di trattamento;
    • verificare e chiedere la rettifica;
    • ottenere la limitazione del trattamento;
    • ottenere la rettifica o la cancellazione dei propri Dati Personali;
    • ottenere l’integrazione dei dati personali incompleti;
    • ricevere i propri Dati Personali;
    • proporre reclamo all’autorità di controllo della protezione dei Dati Personali.
  6. Titolare del Trattamento

    Il Titolare del Trattamento è TC65 S.r.l., con sede in Via Trinità 41, 85054 Muro Lucano (PZ), Partita Iva 01750830760, indirizzo email: info@sangerardomaiella.it

Ultimo aggiornamento 27/07/2021